Strict Standards: Accessing static property Bootstrap::$frontController as non static in /var/www/vhosts/trieste.ws/httpdocs/application/library/Zend/Application/Resource/Frontcontroller.php on line 114 Strict Standards: Accessing static property Bootstrap::$frontController as non static in /var/www/vhosts/trieste.ws/httpdocs/application/library/Zend/Application/Resource/Modules.php on line 61 Il Museo Ferroviario di Campo Marzio

Il Museo Ferroviario di Campo Marzio

´╗┐

Condividi su   Condividi evento su FaceBook x

Sito nel rione di Campo Marzio, in via Giulio cesare 1, il Museo Ferroviario di Trieste si trova dove un tempo c’era l’antica stazione ferroviaria (chiusa nel 1960), che fungeva da collegamento tra porto ed entroterra austrungarico (la cosiddetta Linea Ferroviaria Transalpina o Wocheneinerbahn), con in più funzioni di capolinea e da tratto verso la Ferrovia Istriana.

Realizzato dopo la chiusura della stazione ed aperto al pubblico nel 1984, il Museo si compone di diverse sale (tra le quali figura l’affascinante ricostruzione di una biglietteria dei primi del ‘900  e quella di un ufficio di un capostazione), ricavate dagli spazi nei quali un tempo trovavano posto i passeggeri in attesa dei treni; tali sale contengono varie fotografie d’epoca e cimeli suddivisi in quattro sezioni: storia, tecnologia, movimento e trazione. Sono presenti, inoltre, dei plastici con delle ricostruzioni e una ricca videoteca.

Nel salone principale, il primo che si incontra visitando il museo, decorato in stile liberty, sono esposte le fotografie, per lo più d’epoca, dei treni e delle stazioni friulane.

Il corridoio principale ospita reperti di dimensioni ridotte, che danno un’idea abbastanza precisa di come vestiva il personale di servizio dei treni; sono, inoltre, presenti gli orari dei treni e gli schemi di funzionamento delle vecchie locomotive.

Nelle sale laterali si trovano i reperti riferibili alle tramvie triestine, con documenti che riportano particolari sulla manutenzione dei binari e la gestione delle linee. 

La parte esterna del museo, quella con i binari, espone ben undici locomotive a vapore, una elettrica, un’automotrice diesel e alcuni tram che circolavano in città (parte dei quali sono a cavalli e parte elettrici). Sono anche presenti alcune attrezzatura d’epoca e un serbatoio idrico riservato ai treni a vapore.

Nelle sale del museo (aperto generalmente il mercoledì, il sabato e la domenica, con orario 9 - 13) si tengono spesso anche mostre di carattere storico.

 

Lascia un tuo commento!

blog comments powered by Disqus